Stampa

Beirut: proteste post voto e denunce di brogli

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

image

Presunti brogli, con il collaterali proteste e annunci di ricorsi. Li denuncia la candidata indipendente Joumana Haddad, giornalista e scrittrice, una delle donne arabe più influenti al mondo, rimasta fuori dal parlamento libanese all'indomani delle elezioni politiche.

Con i suoi sostenitori ha manifestato davanti al ministero degli interni di...

Stampa

Le saudite "combattono" l'abaya nero a colpi di make-up...

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

image

Da quando sempre più donne saudite lavorano, buona parte del loro stipendio finisce nel make-up . La maggioranza si copre faccia e capelli con il velo, ma ciò non impedisce loro di farsi belle, soprattutto considerando che nel Golfo le donne amano osare con il trucco, per compensare - per così dire - l'abaya tutto nero che indossano.

"So che dicono...

Stampa

Spagna, inventa album di figurine di calcio femminile per le figlie grazie all'aiuto su Twitter...

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

image

Una donna di Badajoz, al confine tra Spagna e Portogallo, si è inventata un album di figurine della Liga Española de Fútbol Femenina come regalo per le tre figlie appassionate di calcio. Non avendo abbastanza fotografie di calciatrici per terminarlo, ha chiesto aiuto agli utenti su Twitter e il suo appello in poche ore è diventato virale.

María...

Stampa

Pakistan: Malala, Premio Nobel per la pace, è tornata a casa...

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

image

Tra imponenti misure di sicurezza, Malala Yousafzai è tornata a casa, a Mingora, nella Valle dello Swat. La ventenne pachistana, Premio Nobel per la Pace nel 2014, scampò a un attacco dei talebani sei anni fa. Le spararano alla testa, ferendola gravemente, a causa della sua attività di blogger in difesa dell'emancipazione educativa delle bambine. D...

Stampa

Loro sono le persone che lottano in Polonia per il diritto all'aborto...

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

image

Donne e uomini in tutta la Polonia stanno organizzando una strenua resistenza per dire no ai tentativi del governo di restringere l'accesso all'aborto nel Paese.

Finita la loro giornata di lavoro, agricoltori, professori, manager d'azienda e architetti scendono in piazza e per le strade assieme alle attiviste per il diritto all'aborto, radunando...