Stampa

Commenti Generici

Scritto da Super User. Postato in Commenti

Spazio per commenti generici e discussioni libere.

Commenti   

0 #281 Vittorio 2018-01-18 09:31
Citazione Tiziana:
Citazione cristina:
Il caso Bellomo per il corso di "Diritto e scienza" di preparazione al concorso pubblico per la magistratura, mette di fatto forti dubbi sull'Istituzione, e se cominciamo ad avere dubbi e opacità sulle così alte istituzioni, non sappiamo dove si andrà a finire. Temo una deriva ancora più individualista, di accaparratori di: denaro, sesso e potere, temo un "si salvi chi può" in senso degenerativo del tessuto sociale. Credo che la ragazza che ha deninciato e le altre che hanno da lei preso coraggio, dicano la verità. Si deve adesso fare chiarezza, e la palla in questo gioco apparentemente senza regole, passa alla magistratura. Spero, voglio essere certa, che l'Istutuzione saprà mettere i paletti, censurare, punire siffatti comportamenti, e creare "anticorpi" affinché non si ripetano, e si possano scoprire al primo tentativo di sopraffazione in espressione di un potere malato.


Il consigliere Bellomo è stato rimosso dal suo ruolo ed era ora, dopo un anno. Qui abbiamo la storia di un padre che si è battuto per difendere sua figlia, e quella di un'altra corsista che ha avuto il coraggio di denunciare, ma quanta è andata avanti questa faccenda, mi chiedo, e che senso hanno questi corsi i preparazione "privati" che fanno pressioni sulle allieve paventando il fallimento del concorso se non sottostanno a regole assurde, ed a molestie sessuali? Possibile che la magistratura non abbia una qualsivoglia forma di autocontrollo, per escludere i disonesti che infangano l'istituzione?


Vi chiedete come mai le molestie capitano di più in questo periodo? In magistratura con il caso Bellomo, nelle scuole con il liceo Massimo, poi nel cinema, nel teatro, e in ogni posto dove dovrebbe essere naturale la crescita professionale, lo studio, il successo artistico per i migliori. La mia non è una domanda retorica, e mi chiedo succede solo adesso o succede da sempre e solo adesso, grazie a Internet i fatti vengono a galla?
Citazione
0 #280 rosaria 2018-01-14 15:21
Citazione cristina:
Citazione Ferrauti:
Noi in Italia siamo trainati da quanto succede in America, resta però il fatto che l'Italia nella classifica del World Economic Forum 2017 risulta 82esima dopo Grecia e Madagascar. Lo abbiamo letto anche su queste pagine. Siamo comunque lenti a carburare in tema di parità e osservando le pubblicazioni ed i programmi televisivi, nonostante una larvata intenzione di tutelare le donne, ho notato una certa acredine verso le attrici in carriera. Non è stato detto esplicitamente, ma tra le righe un "Te lo sei cercata" veniva fuori. Secondo me non si distinque tra la concessione volontaria e l'obbligo a passare per certi letti se vuoi fare carriera. Si stabilisce un inquinamento ambientale, un modus vivendi costrittivo, come spiega l'avvocata Borgiorno. Un'espressione di potere che non è più tempo che esista.


Concordo con quello che scrivi, e direi che siamo in via di peggioramento. Speriamo in una svolta con un nuovo governo, una vera apertura alla parità, da non confondersi con le quote rosa (errore che molti fanno quando si parla di diritti alla parità) perché le donne non hanno bisogno di corsie preferenziali ma semplicemente di non essere ostacolate.


Molte donne sono contrarie alle quote, e alcune hanno cambiato idea perché dicono che alla resa dei conti se non si danno quote in rosa non c'è modo di oltrepassare il soffitto di cristallo. C'è da osservare che in quei partiti in cui hanno messo sul piatto le candidature in maniera egualitaria le donne hanno trovato consensi. Per esempio nei pentastellati non si guarda a dare preferenze al genere femminile, ma la strada elettorale è aperta per donne e e uomini in parti uguali. Un'altro modo di non ostacolare le candidature femminili è l'alternanza uomo donna nelle liste. Tutto diverso da come si comportano di regola le segreterie dei partiti con finte candidature femminili in fondo alla lista.
Citazione
0 #279 Tiziana 2018-01-12 17:27
Citazione cristina:
Il caso Bellomo per il corso di "Diritto e scienza" di preparazione al concorso pubblico per la magistratura, mette di fatto forti dubbi sull'Istituzione, e se cominciamo ad avere dubbi e opacità sulle così alte istituzioni, non sappiamo dove si andrà a finire. Temo una deriva ancora più individualista, di accaparratori di: denaro, sesso e potere, temo un "si salvi chi può" in senso degenerativo del tessuto sociale. Credo che la ragazza che ha deninciato e le altre che hanno da lei preso coraggio, dicano la verità. Si deve adesso fare chiarezza, e la palla in questo gioco apparentemente senza regole, passa alla magistratura. Spero, voglio essere certa, che l'Istutuzione saprà mettere i paletti, censurare, punire siffatti comportamenti, e creare "anticorpi" affinché non si ripetano, e si possano scoprire al primo tentativo di sopraffazione in espressione di un potere malato.


Il consigliere Bellomo è stato rimosso dal suo ruolo ed era ora, dopo un anno. Qui abbiamo la storia di un padre che si è battuto per difendere sua figlia, e quella di un'altra corsista che ha avuto il coraggio di denunciare, ma quanta è andata avanti questa faccenda, mi chiedo, e che senso hanno questi corsi i preparazione "privati" che fanno pressioni sulle allieve paventando il fallimento del concorso se non sottostanno a regole assurde, ed a molestie sessuali? Possibile che la magistratura non abbia una qualsivoglia forma di autocontrollo, per escludere i disonesti che infangano l'istituzione?
Citazione
0 #278 simonetta 2018-01-07 19:51
Citazione Carla R.:
Citazione mariella:
Citazione cristina:
Il caso Bellomo per il corso di "Diritto e scienza" di preparazione al concorso pubblico per la magistratura, mette di fatto forti dubbi sull'Istituzione, e se cominciamo ad avere dubbi e opacità sulle così alte istituzioni, non sappiamo dove si andrà a finire. Temo una deriva ancora più individualista, di accaparratori di: denaro, sesso e potere, temo un "si salvi chi può" in senso degenerativo del tessuto sociale. Credo che la ragazza che ha denunciato e le altre che hanno da lei preso coraggio, dicano la verità. Si deve adesso fare chiarezza, e la palla in questo gioco apparentemente senza regole, passa alla magistratura. Spero, voglio essere certa, che l'Istutuzione saprà mettere i paletti, censurare, punire siffatti comportamenti, e creare "anticorpi" affinché non si ripetano, e si possano scoprire al primo tentativo di sopraffazione in espressione di un potere malato.


Per certi uomini "cosiddetti" più che di potere parlerei di "potenza" anzi di delirio di onnipotenza, pensano di farla franca perché a loro è tutto permesso. Altrimenti dovrei dire che si tratta di scarsa intelligenza, ma credo che la prima ipotesi sia quella giusta: sono esseri pieni di sé, vanagloriosi, e considerano la donna un essere di secondo livello che solo attraverso una sottomissione (sessuale o di qualsiasa altro tipo). può fare passi avanti. Da cacciare lontano da ogni ruolo istituzionale. Via!


Il potere non sarà eterno per chi lo usa a danno altrui. Si capisce che Stanotte al goldel Globes le grandi attrici con Meryl Streep a capoquando le donne fanno rete si vince. E' di questi giorni negli Stati Uniti “Time’s Up”, un’organizzazione per difendere e sostenere le donne vittime di molestie sessuali.di Cate Blanchett, Ashley Judd, Natalie Portman, Meryl Streep, Brie Larson, Reese Witherspoon, che prevede un fondo per il sostegno legale a donne e uomini molestati sessualmente sul lavoro
Le celebrità di Hollywood, dopo il caso del produttore Harvey Weinstein, si sono unite contro le molestie sessuali. Sono 300 fra attrici, sceneggiatrici e personalità del mondo del cinema . Qualcosa di importante si muove finalmente.


Stanotte al Golden Globe le attrici e gli attori , tra cui Meryl Streep indosseranno abiti neri, per manifestare in favore dell’equità di genere e contro le molestie sessuali. Chi dice che si esagera non capisce che se non si approfitta di questo periodo di visibilità si rischia che tutto ritorni come prima. "Se non ora quando?".
Citazione
0 #277 cristina 2018-01-04 19:02
Citazione Ferrauti:
Noi in Italia siamo trainati da quanto succede in America, resta però il fatto che l'Italia nella classifica del World Economic Forum 2017 risulta 82esima dopo Grecia e Madagascar. Lo abbiamo letto anche su queste pagine. Siamo comunque lenti a carburare in tema di parità e osservando le pubblicazioni ed i programmi televisivi, nonostante una larvata intenzione di tutelare le donne, ho notato una certa acredine verso le attrici in carriera. Non è stato detto esplicitamente, ma tra le righe un "Te lo sei cercata" veniva fuori. Secondo me non si distinque tra la concessione volontaria e l'obbligo a passare per certi letti se vuoi fare carriera. Si stabilisce un inquinamento ambientale, un modus vivendi costrittivo, come spiega l'avvocata Borgiorno. Un'espressione di potere che non è più tempo che esista.


Concordo con quello che scrivi, e direi che siamo in via di peggioramento. Speriamo in una svolta con un nuovo governo,una vera apertura alle pari opportunità, da non confondersi con le quote rosa (errore che molti fanno quando si parla di diritti alla parità) perché le donne non hanno bisogno di corsie preferenziali ma semplicemente di non essere ostacolate.
Citazione
0 #276 Ferrauti 2018-01-02 08:39
Noi in Italia siamo trainati da quanto succede in America, resta però il fatto che l'Italia nella classifica del World Economic Forum 2017 risulta 82esima dopo Grecia e Madagascar. Lo abbiamo letto anche su queste pagine. Siamo comunque lenti a carburare in tema di parità e osservando le pubblicazioni ed i programmi televisivi, nonostante una larvata intenzione di tutelare le donne, ho notato una certa acredine verso le attrici in carriera. Non è stato detto esplicitamente, ma tra le righe un "Te lo sei cercata" veniva fuori. Secondo me non si distinque tra la concessione volontaria e l'obbligo a passare per certi letti se vuoi fare carriera. Si stabilisce un inquinamento ambientale, un modus vivendi costrittivo, come spiega l'avvocata Borgiorno. Un'espressione di potere che non è più tempo che esista.
Citazione
0 #275 Carla R. 2018-01-02 08:15
Citazione mariella:
Citazione cristina:
Il caso Bellomo per il corso di "Diritto e scienza" di preparazione al concorso pubblico per la magistratura, mette di fatto forti dubbi sull'Istituzione, e se cominciamo ad avere dubbi e opacità sulle così alte istituzioni, non sappiamo dove si andrà a finire. Temo una deriva ancora più individualista, di accaparratori di: denaro, sesso e potere, temo un "si salvi chi può" in senso degenerativo del tessuto sociale. Credo che la ragazza che ha denunciato e le altre che hanno da lei preso coraggio, dicano la verità. Si deve adesso fare chiarezza, e la palla in questo gioco apparentemente senza regole, passa alla magistratura. Spero, voglio essere certa, che l'Istutuzione saprà mettere i paletti, censurare, punire siffatti comportamenti, e creare "anticorpi" affinché non si ripetano, e si possano scoprire al primo tentativo di sopraffazione in espressione di un potere malato.


Per certi uomini "cosiddetti" più che di potere parlerei di "potenza" anzi di delirio di onnipotenza, pensano di farla franca perché a loro è tutto permesso. Altrimenti dovrei dire che si tratta di scarsa intelligenza, ma credo che la prima ipotesi sia quella giusta: sono esseri pieni di sé, vanagloriosi, e considerano la donna un essere di secondo livello che solo attraverso una sottomissione (sessuale o di qualsiasa altro tipo). può fare passi avanti. Da cacciare lontano da ogni ruolo istituzionale. Via!


Il potere non sarà eterno per chi lo usa a danno altrui. Si capisce che quando le donne fanno rete si vince. E' di questi giorni negli Stati Uniti “Time’s Up”, un’organizzazio ne per difendere e sostenere le donne vittime di molestie sessuali.di Cate Blanchett, Ashley Judd, Natalie Portman, Meryl Streep, Brie Larson, Reese Witherspoon, che prevede un fondo per il sostegno legale a donne e uomini molestati sessualmente sul lavoro
Le celebrità di Hollywood, dopo il caso del produttore Harvey Weinstein, si sono unite contro le molestie sessuali. Sono 300 fra attrici, sceneggiatrici e personalità del mondo del cinema . Qualcosa di importante si muove finalmente.
Citazione
0 #274 mariella 2017-12-22 18:43
Citazione cristina:
Il caso Bellomo per il corso di "Diritto e scienza" di preparazione al concorso pubblico per la magistratura, mette di fatto forti dubbi sull'Istituzione, e se cominciamo ad avere dubbi e opacità sulle così alte istituzioni, non sappiamo dove si andrà a finire. Temo una deriva ancora più individualista, di accaparratori di: denaro, sesso e potere, temo un "si salvi chi può" in senso degenerativo del tessuto sociale. Credo che la ragazza che ha deninciato e le altre che hanno da lei preso coraggio, dicano la verità. Si deve adesso fare chiarezza, e la palla in questo gioco apparentemente senza regole, passa alla magistratura. Spero, voglio essere certa, che l'Istutuzione saprà mettere i paletti, censurare, punire siffatti comportamenti, e creare "anticorpi" affinché non si ripetano, e si possano scoprire al primo tentativo di sopraffazione in espressione di un potere malato.


Per certi uomini "cosiddetti" più che di potere parlerei di "potenza" anzi di delirio di onnipotenza, pensano di farla franca perché a loro è tutto permesso. Altrimenti dovrei dire che si tratta di scarsa intelligenza, ma credo che la prima ipotesi sia quella giusta: sono esseri pieni di sé, vanagloriosi, e considerano la donna un essere di secondo livello che solo attraverso una sottomissione (sessuale o di qualsiasa altro tipo). può fare passi avanti. Da cacciare lontano da ogni ruolo istituzionale. Via!
Citazione
0 #273 cristina 2017-12-21 09:59
Il caso Bellomo per il corso di "Diritto e scienza" di preparazione al concorso pubblico per la magistratura, mette di fatto forti dubbi sull'Istituzion e, e se cominciamo ad avere dubbi e opacità sulle così alte istituzioni, non sappiamo dove si andrà a finire. Temo una deriva ancora più individualista, di accaparratori di: denaro, sesso e potere, temo un "si salvi chi può" in senso degenerativo del tessuto sociale. Credo che la ragazza che ha deninciato e le altre che hanno da lei preso coraggio, dicano la verità. Si deve adesso fare chiarezza, e la palla in questo gioco apparentemente senza regole, passa alla magistratura. Spero, voglio essere certa, che l'Istutuzione saprà mettere i paletti, censurare, punire siffatti comportamenti, e creare "anticorpi" affinché non si ripetano, e si possano scoprire al primo tentativo di sopraffazione in espressione di un potere malato.
Citazione
0 #272 antonella 2017-12-14 20:51
Mi dispiace che non sia passata la legge sull'eliminazio ne degli sconti di pena per alcuni reati particolarmente gravi e che prevedono l'ergastolo, come la strage e l'omicidio con stupro. La commissione Giustizia al Senato ha bloccato il provvedimento impedendo che arrivasse in aula. Per cui non se me fa nulla ed è un'ffesa a tutte le vittime.
Citazione
0 #271 Carla R. 2017-11-22 20:15
Ancora un'altra donna uccisa a Budrio. Comincioo a convincermi anch'io che più se ne parla peggio è. E' come se si fosse rotto un tabù, e l'assassinio appare un modo per risolvere i problemi di coppia. Poi la parola femminicidio non si può sentire!
Citazione
0 #270 grazia 2017-11-10 20:31
Citazione cristina:
Citazione Ferrauti:
Citazione rosaria:
Citazione renata c.:
Citazione mariella:
Intervengo su un argomento ignorato da questa rubrica: il trattamento che ha dovuto subire Asia Argento da molti talk show e da tanta tv spazzatura. Come spesso succede si dà addosso alla vittima invece che al carnefice, si specula sul fatto che Asia ha aspettato anni prima di denunciare il fatto. Si cercano motivazioni assurde per scagionare un essere abietto. Mentre negli Stati Uniti hanno trattato la materia con serietà e dura condanna per Weinstein, qui da noi si è aperto un cortile con galletti vetusti sgallettate che non vedevano l'ora di farsi pubblicità a spese di una donna abusata. Tutto questo è vergogno e fa bene Asia Argento a querelare chi si è riempito la boccaccia di giudizi dei quali l'opinione pubblica farebbe volentieri a meno. Non ho visto tutto quando è stato trasmesso, ma credo che la più professionale ed equilibrata sia stata Bianca Berlinguer nel suo programma Cartabianca. La classe non è acqua.


Condivido in tutto, specie dopo la trasmissione delle Iene di ieri sera che ha dato un quadro dello squallore che c'è anche nel mondo del cinema e dello spettacolo in Italia. Attrici convocate per offrir loro una parte in un film a cui viene chiesto di fare le prove di scena (da parte del produttore o regista di turno) che sfociano in molestie. Al rifiuto il contratto salta. Indecenza! da noi come negli States, e forse dappertutto!


#quellavoltache.
Pure io sono con le testimoni. Che sia la volta buona che le prevaricaziione del potere viene definitivamente a galla?


Non ne usciamo bene noi uomini, ma alla base del comportamento maschile c'è la convinzione che tutte le donne in carriera sono pronte a concedersi per farsi strada. Non è così lo so, però è una convinzione dura a morire. Chi lo sa se questa volta si farà più chiarezza sui rapporti uomo-donna e il messaggio di gran rifiuto supererà il momento per
entrare nella mentalità di tutti. Io temo che passato il tempo tornerà tutto come prima. Molto dipende dalle donne. Che dire? insistere con le denunce.


Questo Morelli invitato in tutti i programmi a me non è mai piaciuto, nel senso che trovo a volte banali le cose che dice, consigli utili o inutili come potrebbe darti una zia. Ma che arrivi a dire che in ogni donna c'è una prostituta e poi ancora peggio consigli "di non denunciare" lo trovo inverosimile. Vediamo che farà l’AGCOM - www.nanopress.it/.../190155


E' pazzesco, si è perso il senso della misura, non stanno nel salotto di casa a dire stupidaggini che ascoltano tre persone. Era vero quel che diceva umberto Eco, perché dare un microfono a chi non distingue il bar sport dalla enorme platea televisiva, è un cattivo uso della cosa pubblica. Paletti, paletti, paletti. Nessuno sa cosa siano?
Citazione
0 #269 cristina 2017-11-10 11:04
Citazione Ferrauti:
Citazione rosaria:
Citazione renata c.:
Citazione mariella:
Intervengo su un argomento ignorato da questa rubrica: il trattamento che ha dovuto subire Asia Argento da molti talk show e da tanta tv spazzatura. Come spesso succede si dà addosso alla vittima invece che al carnefice, si specula sul fatto che Asia ha aspettato anni prima di denunciare il fatto. Si cercano motivazioni assurde per scagionare un essere abietto. Mentre negli Stati Uniti hanno trattato la materia con serietà e dura condanna per Weinstein, qui da noi si è aperto un cortile con galletti vetusti sgallettate che non vedevano l'ora di farsi pubblicità a spese di una donna abusata. Tutto questo è vergogno e fa bene Asia Argento a querelare chi si è riempito la boccaccia di giudizi dei quali l'opinione pubblica farebbe volentieri a meno. Non ho visto tutto quando è stato trasmesso, ma credo che la più professionale ed equilibrata sia stata Bianca Berlinguer nel suo programma Cartabianca. La classe non è acqua.


Condivido in tutto, specie dopo la trasmissione delle Iene di ieri sera che ha dato un quadro dello squallore che c'è anche nel mondo del cinema e dello spettacolo in Italia. Attrici convocate per offrir loro una parte in un film a cui viene chiesto di fare le prove di scena (da parte del produttore o regista di turno) che sfociano in molestie. Al rifiuto il contratto salta. Indecenza! da noi come negli States, e forse dappertutto!


#quellavoltache.
Pure io sono con le testimoni. Che sia la volta buona che le prevaricaziione del potere viene definitivamente a galla?


Non ne usciamo bene noi uomini, ma alla base del comportamento maschile c'è la convinzione che tutte le donne in carriera sono pronte a concedersi per farsi strada. Non è così lo so, però è una convinzione dura a morire. Chi lo sa se questa volta si farà più chiarezza sui rapporti uomo-donna e il messaggio di gran rifiuto supererà il momento per
entrare nella mentalità di tutti. Io temo che passato il tempo tornerà tutto come prima. Molto dipende dalle donne. Che dire? insistere con le denunce.


Questo Morelli invitato in tutti i programmi a me non è mai piaciuto, nel senso che trovo a volte banali le cose che dice, consigli utili o inutili come potrebbe darti una zia. Ma che arrivi a dire che in ogni donna c'è una prostituta e poi ancora peggio consigli "di non denunciare" lo trovo inverosimile. Vediamo che farà l’AGCOM - www.nanopress.it/.../190155
Citazione
0 #268 Ferrauti 2017-11-04 17:45
Citazione rosaria:
Citazione renata c.:
Citazione mariella:
Intervengo su un argomento ignorato da questa rubrica: il trattamento che ha dovuto subire Asia Argento da molti talk show e da tanta tv spazzatura. Come spesso succede si dà addosso alla vittima invece che al carnefice, si specula sul fatto che Asia ha aspettato anni prima di denunciare il fatto. Si cercano motivazioni assurde per scagionare un essere abietto. Mentre negli Stati Uniti hanno trattato la materia con serietà e dura condanna per Weinstein, qui da noi si è aperto un cortile con galletti vetusti sgallettate che non vedevano l'ora di farsi pubblicità a spese di una donna abusata. Tutto questo è vergogno e fa bene Asia Argento a querelare chi si è riempito la boccaccia di giudizi dei quali l'opinione pubblica farebbe volentieri a meno. Non ho visto tutto quando è stato trasmesso, ma credo che la più professionale ed equilibrata sia stata Bianca Berlinguer nel suo programma Cartabianca. La classe non è acqua.


Condivido in tutto, specie dopo la trasmissione delle Iene di ieri sera che ha dato un quadro dello squallore che c'è anche nel mondo del cinema e dello spettacolo in Italia. Attrici convocate per offrir loro una parte in un film a cui viene chiesto di fare le prove di scena (da parte del produttore o regista di turno) che sfociano in molestie. Al rifiuto il contratto salta. Indecenza! da noi come negli States, e forse dappertutto!


#quellavoltache.
Pure io sono con le testimoni. Che sia la volta buona che le prevaricaziione del potere viene definitivamente a galla?


Non ne usciamo bene noi uomini, ma alla base del comportamento maschile c'è la convinzione che tutte le donne in carriera sono pronte a concedersi per farsi strada. Non è così lo so, però è una convinzione dura a morire. Chi lo sa se questa volta si farà più chiarezza sui rapporti uomo-donna e il messaggio di gran rifiuto supererà il momento per
entrare nella mentalità di tutti. Io temo che passato il tempo tornerà tutto come prima. Molto dipende dalle donne. Che dire? insistere con le denunce.
Citazione
0 #267 rosaria 2017-10-25 12:35
Citazione renata c.:
Citazione mariella:
Intervengo su un argomento ignorato da questa rubrica: il trattamento che ha dovuto subire Asia Argento da molti talk show e da tanta tv spazzatura. Come spesso succede si dà addosso alla vittima invece che al carnefice, si specula sul fatto che Asia ha aspettato anni prima di denunciare il fatto. Si cercano motivazioni assurde per scagionare un essere abietto. Mentre negli Stati Uniti hanno trattato la materia con serietà e dura condanna per Weinstein, qui da noi si è aperto un cortile con galletti vetusti sgallettate che non vedevano l'ora di farsi pubblicità a spese di una donna abusata. Tutto questo è vergogno e fa bene Asia Argento a querelare chi si è riempito la boccaccia di giudizi dei quali l'opinione pubblica farebbe volentieri a meno. Non ho visto tutto quando è stato trasmesso, ma credo che la più professionale ed equilibrata sia stata Bianca Berlinguer nel suo programma Cartabianca. La classe non è acqua.


Condivido in tutto, specie dopo la trasmissione delle Iene di ieri sera che ha dato un quadro dello squallore che c'è anche nel mondo del cinema e dello spettacolo in Italia. Attrici convocate per offrir loro una parte in un film a cui viene chiesto di fare le prove di scena (da parte del produttore o regista di turno) che sfociano in molestie. Al rifiuto il contratto salta. Indecenza! da noi come negli States, e forse dappertutto!


#quellavoltache.
Pure io sono con le testimoni. Che sia la volta buona che le prevaricaziione del potere viene definitivamente a galla?
Citazione
0 #266 renata c. 2017-10-24 08:00
Citazione mariella:
Intervengo su un argomento ignorato da questa rubrica: il trattamento che ha dovuto subire Asia Argento da molti talk show e da tanta tv spazzatura. Come spesso succede si dà addosso alla vittima invece che al carnefice, si specula sul fatto che Asia ha aspettato anni prima di denunciare il fatto. Si cercano motivazioni assurde per scagionare un essere abietto. Mentre negli Stati Uniti hanno trattato la materia con serietà e dura condanna per Weinstein, qui da noi si è aperto un cortile con galletti vetusti sgallettate che non vedevano l'ora di farsi pubblicità a spese di una donna abusata. Tutto questo è vergogno e fa bene Asia Argento a querelare chi si è riempito la boccaccia di giudizi dei quali l'opinione pubblica farebbe volentieri a meno. Non ho visto tutto quando è stato trasmesso, ma credo che la più professionale ed equilibrata sia stata Bianca Berlinguer nel suo programma Cartabianca. La classe non è acqua.


Condivido in tutto, specie dopo la trasmissione delle Iene di ieri sera che ha dato un quadro dello squallore che c'è anche nel mondo del cinema e dello spettacolo in Italia. Attrici convocate per offrir loro una parte in un film a cui viene chiesto di fare le prove di scena (da parte del produttore o regista di turno) che sfociano in molestie. Al rifiuto il contratto salta. Indecenza! da noi come negli States, e forse dappertutto!
Citazione
0 #265 mariella 2017-10-22 17:52
Intervengo su un argomento ignorato da questa rubrica: il trattamento che ha dovuto subire Asia Argento da molti talk show e da tanta tv spazzatura. Come spesso succede si dà addosso alla vittima invece che al carnefice, si specula sul fatto che Asia ha aspettato anni prima di denunciare il fatto. Si cercano motivazioni assurde per scagionare un essere abietto. Mentre negli Stati Uniti hanno trattato la materia con serietà e dura condanna per Weinstein, qui da noi si è aperto un cortile con galletti vetusti sgallettate che non vedevano l'ora di farsi pubblicità a spese di una donna abusata. Tutto questo è vergogno e fa bene Asia Argento a querelare chi si è riempito la boccaccia di giudizi dei quali l'opinione pubblica farebbe volentieri a meno. Non ho visto tutto quando è stato trasmesso, ma credo che la più professionale ed equilibrata sia stata Bianca Berlinguer nel suo programma Cartabianca. La classe non è acqua.
Citazione
0 #264 mariella 2017-10-10 07:27
In Norvegia la parità salariale tra sportivi uomini e donne è un bell'esempio che tutti i paesi europei ed oltre dovrebbero seguire, e sarebbe il caso che nei programmi di governo, viste le elezioni da qui a pochi mesi, se ne prescriva la realizzazione, altrimenti son solo chiacchiere, come l'annuncio dato dalla Boschi via internet che alimenta polemiche sterili. Occorrono fatti con vere scadenze e occorrono sanzioni per chi è restio a realizzare la parità (non solo salariale) tra donne e uomini.
Citazione
0 #263 Ferrauti 2017-10-01 09:28
Molte cose che avete scritto sono giuste, e il lento cambiamento della vita delle donne comunque esiste. Dalla la lettura della ricerca Istat si riesce a farsene un'idea anche in prospettiva futura: istat.it/.../...
Citazione

Aggiungi commento

I commenti sono soggetti a moderazione prima di essere pubblicati; è altrimenti possibile avere la pubblicazione immediata dei propri commenti registrandosi ed effettuando il login.


Codice di sicurezza
Aggiorna