Stampa

Commenti Generici

Scritto da Super User. Postato in Commenti

Spazio per commenti generici e discussioni libere.

Commenti   

0 #327 renata c. 2019-10-15 08:54
Mi fa specie che poche intellettuali abbiano sentito il bisogno di sostenere le donne curde. Lo ha fatto Dacia Maraini con un bell'articolo. E le altre?
Citazione
0 #326 Tiziana 2019-10-09 09:57
Mah, è vero, scorre a rilento la conquista degli spazi per le donne, ma comunque scorre, ed è inesorabile. Non facciamoci accorgere quanto siamo brave! Occorre agire di strategia. Ciao ragazze!
Citazione
0 #325 Ponzielli 2019-09-05 19:53
Il nuovo governo è tutto da verificare, e immagino che potrà essere una corsa ad ostacoli. Saluto però con favore le 7 donne ministro. Un grande in bocca al lupo a tutte! Virginia P.
Citazione
0 #324 cristina 2019-08-21 09:00
Quanto protagonismo maschile in questa crisi di governo! Parlamentari che si son parlati addosso per ore. A parte qualche raro intervento di esponenti donne è stato il trionfo del maschilismo. Manca la saggezza femminile, manca il guardare lontano con progetti innovativi e vicini a temi reali. Mi è sembrato il tripudio di una politica stanca e senza veri obiettivi sociali.
Citazione
0 #323 grazia 2019-08-13 07:35
Sembra che siamo prossimi a nuove elezioni. Mi irrita la interruzione di legislatura perché è come deresponsabiliz zarsi deglii interessi comuni che poggiano prima di tutto sulla stabilità. Mi auguro che il prossimo governo, a maggioranza fenmminile insegni a tanti sconclusionati, come si inizia un progetto per il paese, come si portai avanti nonostante le difficoltà, e soprattutto come si porta a conclusione.
Citazione
0 #322 Ferrauti 2019-07-07 07:02
La notizia dell'impiegata che per dimostrare le molestie del suo capo è finita in carcere ci stupisce, ma a me personalmente non più di tanto perchè non possiamo strabicamente guardare ai paesi in via di sviluppo e giudicarli retrogradi e misogini. Succede anche da noi quando le donne denunciano molestie e /o maltrattamenti e vengono a loro volta messe sotto accusa. Ne ho un esempio freschissimo di pochi giorni fa quando una mia parente mi ha chiesto un consiglio trovandosi da accusatrice ad essere quasi indagata lei, colpevole, secondo chi riceveva la sua richiesta d'aiuto, di essere abbigliata in modo poco consono. E' una prassi che esiste in Italia purtroppo e non siamo poi cos' avanzati come vogliamo far credere. .
Citazione
0 #321 Carla R. 2019-06-28 19:32
La vittoria delle azzurre è significativa dell'impegno femminile che sfonda laddove i tetti di cristallo non possono frenare la corsa e la bravura. Lo sport è uno di quei mestieri dove non passano i raccomandati, ma SOLO CHI HA TALENTO E SI IMPEGNA RIESCE. Gioisco per il meritato risultato, e contemporaneame nte se faccio un parallelo con il mondo politico e dei ruoli nelle pubbliche amministrazioni devo rattristarmi perché il muro lì si trova, eccome!
Citazione
0 #320 antonella 2019-06-10 09:04
Citazione simonetta:
Citazione cristina:
Il precariato finirà quando si darà più potere alle donne. E' solo questione di mentalità, condivisione del bene comune, questo le donne lo hanno come input prioritario. Dice bene Gates che ha molta capacità intelligenza e sa valutare l'apporto femminile alla sociertà.


Ci sono molte liste in rosa per le elezioni europeee. Spero che questa volta si scelgano candidate che portino in Europa il senso pratico costruttivo e l'idealismo femminile. Speriamo pure che l'affluenza sia alta giacché dall'Ue dipendono molti esiti della governabilità italiana e di ogni paese.


L'affuenza elettorale non è stata delle migliori e sono in percentuale minima le presenze femminili in Europa. Le italiane sono risultate essere le più sfiduciate e pessimiste degli uomini nei confronti del governo. Comunque La Lega e i Cinque Stelle sono gli unici a eleggere al Parlamento europeo più donne che uomini. Lo spiega uno studio di You Trend. - Pian piano qualcosa cambia.
Citazione
0 #319 simonetta 2019-05-22 19:18
Citazione cristina:
Il precariato finirà quando si darà più potere alle donne. E' solo questione di mentalità, condivisione del bene comune, questo le donne lo hanno come input prioritario. Dice bene Gates che ha molta capacità intelligenza e sa valutare l'apporto femminile alla sociertà.


Ci sono molte liste in rosa per le elezioni europeee. Spero che questa volta si scelgano candidate che portino in Europa il senso pratico costruttivo e l'idealismo femminile. Speriamo pure che l'affluenza sia alta giacché dall'Ue dipendono molti esiti della governabilità italiana e di ogni paese.
Citazione
0 #318 cristina 2019-04-28 11:10
Il precariato finirà quando si darà più potere alle donne. E' solo questione di mentalità, condivisione del bene comune, questo le donne lo hanno come input prioritario. Dice bene Gates che ha molta capacità intelligenza e sa valutare l'apporto femminile alla sociertà.
Citazione
0 #317 simonetta 2019-04-10 14:50
Citazione Ferrauti:
La forbice della distribuzione del reddito dimostra troppa distanza tra chi ha poco e chi ha troppo; le misure per ridurre la distanza sono augurabili, e anche nell'imprenditoria dove le donne secondo Unioncamere hanno avuto lo scorso anno percentuali rilevanti di successo.
Le società di capitali condotte da donne, infatti, sono aumentate e dimostrano di essere strutturate e gestite con impostazioni manageriali di prospettive vincenti. Fiducia nelle donne e incentivi è per me la formula giusta.


Anche nelle richieste di reddito di cittadinanza hanno fatto domanda le donne in maggioranza, che cosa vuol dire se non che il precariato compisce in dove il tessuto sociale è emarginato, e per ovvi motivi sappiamo tutte che un datore di lavoro sceglie tra un uomo e una donna l'assunzione di un uomo.
Citazione
0 #316 Ferrauti 2019-03-26 09:15
Leggo spesso notizie di abusi verso donne, atti di bullismo, aggressioni che sono riprese e documentate, e mi sono chiesto perchè questo bisogno di certificare con immagini la turpitudine. Qualcuno è convinto che lo scopo sia di trarre guadagno dalle pubblicazioni, ma c'è molto di più a mio parere. Allo scopo di saperne di più solleciterei un dibattito. Ce ne dite?
Citazione
0 #315 grazia 2019-03-22 12:50
Il ruolo dell'Italia in Europa ha avuto alti e bassi negli anni trascorsi. A mio parere si è tralasciato tutto un aspetto che riguarda i diritti del lavoro che coinvolge in gran parte il femminile e la scarsa considerazione che si ha dell'apporto delle donne nel processo di crescita, sia nell'imprendito ria privata che nelle pubbliche amministrazioni , Buone le iniziative locali e nazionali sul reddito di cittadinanza che può essere uno stimolo a formarsi e trovare lavoro. La gran parte delle iniziative e direttive dovranno però venir fuori dall'Eu per presentare un percorso pilota che trascini i settori decadenti, anacronistici, e talvolta misogini dell'economia.
Citazione
0 #314 cristina 2019-03-18 20:40
Sono d'accordo per il sostegno alle famiglie, e sarei ancora più d'accordo se si riuscisse a pareggiare gli stipendi tra uomo e donna. Se il livelllamento diventa una realtà anche i rapporti di rispetto tra generi assumono significato e concretezza.
Citazione
0 #313 Carla R. 2019-03-11 09:00
Trascorsa la Giornata Internazionale della Donna a me resta un po' l'amarezza di constatare che i propositi sono innumerevoli e immagino sinceri per la grande parte delle persone che li manifestano; ma ho come la senzsazione di camminare sulla sabbia lasciando tracciati che poi un colpo di vento cancella. Mi chiedo che altro si può fare oltre alle dichiarazioni di principio e immagino che la soluzione vada affrontata a più livelli: educativo, informativo, politico e socio-psicologi co. Tutti insieme però, non ognuno per conto proprio per la parità di genere e contro la violenza inventare un percorso comune, un progetto concreto con obiettivi intermedi, finali e l'osservazione in corso d'opera.
Citazione
0 #312 rosaria 2019-03-03 18:15
Leggo il Rapporto ombra delle associazioni e mi chiedo come altrimenti possiamo fare passi avanti. Sembra inutile l'impegno che mettiamo ad abolire o diminuire la violenza.
Che cosa altro possiao fare oltre a sostenere, monitorare, consigliare le donne alla massima prudenza? Una donna su 3 nel corso della vita, ha subito una qualche forma di violenza. Comincio a credere che il seme sia nella comunicazione errata che al posto di frenare rende comune la violenza,banale e in quantto tale fruibike a tutti.
Citazione
0 #311 Ferrauti 2019-02-23 07:39
La forbice della distribuzione del reddito dimostra troppa distanza tra chi ha poco e chi ha troppo; le misure per ridurre la distanza sono augurabili, e anche nell'imprendito ria dove le donne secondo Unioncamere hanno avuto lo scorso anno percentuali rilevanti di successo.
Le società di capitali condotte da donne, infatti, sono aumentate e dimostrano di essere strutturate e gestite con impostazioni manageriali di prospettive vincenti. Fiducia nelle donne e incentivi è per me la formula giusta.
Citazione
0 #310 grazia 2019-01-18 16:19
Citazione Carla R.:
Citazione Ferrauti:
Citazione grazia:
l’Italia è uno dei Paesi con il peggiore indice di occupazione femminile di tutta Europa secondo Oxfam. Nel 2017 solo il 48% delle donne ha lavorato e quasi sempre con ruoli più bassi rispetto agli studi fatti.
Il part-time è in aumento anche perché con pochi nidi e scuole dell'infanzia non c'è scelta. L'orario lungo se anche ci fosse sarebbe impossibile farlo per chi non ha nonni, o zie che tengono i bambini. Credo che da questi dati si misuri la nostra arretratezza.


Prendiamo esempio dalla Francia per il sostegno alla famiglia, con l’assegno per figlio di 150 euro nei nuclei a monoreddito. Il supplemento familiare poi raggiunge fino i 257,37 euro a seconda del reddito (importo. L’assegno scolastico fino a 403 per figlio. E in più il contributo per persone alle proprie dipendenze che si occupano dei figli, ecc. Poi ci domandiamo perché le famiglie in Francia sono più numerose e invece qui da noi non si fanno figli.


Se non si parte dalla redistribuzione del reddito non si promuove la crescita. Le statistiche alla Trilussa hanno fatto il loro tempo. Finiamola con i centopolli a disposizione di uno solo poi altri cento muoiono di fame. Tutti, donne e uomini, devono avere la loro porzione, la loro chance di lavoro e denaro da spendere, così l'economia prende a funzionare e la produzione a crescere: prodotti, made in Italy, CIBO, MODA, ma soprattutto CULTURA: libri, teatro, eventi, mostre, ecc.


E' approvata i questi giorni la redistribuzione del reddito. vediamo se funziona e se i nuovi governanti riusciranno a mettere a punto i centri per l'impiego. Mi sento di dargli fiducia perché secondo me hanno tutte le buone intenzioni, e chi ben inizia...
Citazione
0 #309 antonella 2019-01-02 07:47
Citazione grazia:
l’Italia è uno dei Paesi con il peggiore indice di occupazione femminile di tutta Europa secondo Oxfam. Nel 2017 solo il 48% delle donne ha lavorato e quasi sempre con ruoli più bassi rispetto agli studi fatti.
Il part-time è in aumento anche perché con pochi nidi e scuole dell'infanzia non c'è scelta. L'orario lungo se anche ci fosse sarebbe impossibile farlo per chi non ha nonni, o zie che tengono i bambini. Credo che da questi dati si misuri la nostra arretratezza.

La competitività per il lavoro è controproducent e. La vera misura di crescita è considerare pari donne e uomini, nello stipendio soprattutto. Se le donne poi esigono dei periodi di assenza dal lavoro per maternità va detto che la gestazione, la cura e crescita dei figli sono una funzione anche sociale che permette al paese di investire sul fututo (i bambini adulti di domani) e agevola la famiglia senza distinzioni tra padre e madre.
Citazione
0 #308 Carla R. 2018-12-20 09:15
Citazione Ferrauti:
Citazione grazia:
l’Italia è uno dei Paesi con il peggiore indice di occupazione femminile di tutta Europa secondo Oxfam. Nel 2017 solo il 48% delle donne ha lavorato e quasi sempre con ruoli più bassi rispetto agli studi fatti.
Il part-time è in aumento anche perché con pochi nidi e scuole dell'infanzia non c'è scelta. L'orario lungo se anche ci fosse sarebbe impossibile farlo per chi non ha nonni, o zie che tengono i bambini. Credo che da questi dati si misuri la nostra arretratezza.


Prendiamo esempio dalla Francia per il sostegno alla famiglia, con l’assegno per figlio di 150 euro nei nuclei a monoreddito. Il supplemento familiare poi raggiunge fino i 257,37 euro a seconda del reddito (importo. L’assegno scolastico fino a 403 per figlio. E in più il contributo per persone alle proprie dipendenze che si occupano dei figli, ecc. Poi ci domandiamo perché le famiglie in Francia sono più numerose e invece qui da noi non si fanno figli.


Se non si parte dalla redistribuzione del reddito non si promuove la crescita. Le statistiche alla Trilussa hanno fatto il loro tempo. Finiamola con i centopolli a disposizione di uno solo poi altri cento muoiono di fame. Tutti, donne e uomini, devono avere la loro porzione, la loro chance di lavoro e denaro da spendere, così l'economia prende a funzionare e la produzione a crescere: prodotti, made in Italy, CIBO, MODA, ma soprattutto CULTURA: libri, teatro, eventi, mostre, ecc.
Citazione
0 #307 Ferrauti 2018-12-15 08:36
Citazione grazia:
l’Italia è uno dei Paesi con il peggiore indice di occupazione femminile di tutta Europa secondo Oxfam. Nel 2017 solo il 48% delle donne ha lavorato e quasi sempre con ruoli più bassi rispetto agli studi fatti.
Il part-time è in aumento anche perché con pochi nidi e scuole dell'infanzia non c'è scelta. L'orario lungo se anche ci fosse sarebbe impossibile farlo per chi non ha nonni, o zie che tengono i bambini. Credo che da questi dati si misuri la nostra arretratezza.


Prendiamo esempio dalla Francia per il sostegno alla famiglia, con l’assegno per figlio di 150 euro nei nuclei a monoreddito. Il supplemento familiare poi raggiunge fino i 257,37 euro a seconda del reddito (importo. L’assegno scolastico fino a 403 per figlio. E in più il contributo per persone alle proprie dipendenze che si occupano dei figli, ecc. Poi ci domandiamo perché le famiglie in Francia sono più numerose e invece qui da noi non si fanno figli.
Citazione
0 #306 grazia 2018-12-14 21:05
l’Italia è uno dei Paesi con il peggiore indice di occupazione femminile di tutta Europa secondo Oxfam. Nel 2017 solo il 48% delle donne ha lavorato e quasi sempre con ruoli più bassi rispetto agli studi fatti.
Il part-time è in aumento anche perché con pochi nidi e scuole dell'infanzia non c'è scelta. L'orario lungo se anche ci fosse sarebbe impossibile farlo per chi non ha nonni, o zie che tengono i bambini. Credo che da questi dati si misuri la nostra arretratezza.
Citazione

Aggiungi commento

I commenti sono soggetti a moderazione prima di essere pubblicati; è altrimenti possibile avere la pubblicazione immediata dei propri commenti registrandosi ed effettuando il login.


Codice di sicurezza
Aggiorna