Stampa

Iraq, ricatti e bullismo online contro le candidate al parlamento...

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

image

Insulti, bullismo, violazione della privacy, fino ad arrivare a vere e proprie campagne diffamatorie. L'Iraq va al voto per rinnovare il parlamento nazionale, nelle prime elezioni dopo la sconfitta dello Stato Islamico.

Ma quello che poteva essere un momento di rinnovamento e ritrovata unità nazionale rischia invece di finire per incancrenire il...

Stampa

Islanda, Hard Rock Cafe dice alle impiegate: "Venite in gonna, non con i pantaloni"...

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

image

Le impiegate nella celebre catena di ristorazione Hard Rock Cafè in Islanda dovranno andare al lavoro in gonna invece che con i pantaloni.

Lo denuncia Efling, uno dei più grandi sindacati del paese, specificando che molte lavoratrici dell’Hard Rock Cafe di Reykjavik si sono lamentate dopo aver ricevuto notizia della nuova politica in fatto di ab...

Stampa

Partorire in Italia, una donna su 3 denuncia assistenza sanitaria non adeguata...

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

Una donna su tre, in Italia, non si è sentita adeguatamente assistita durante il parto mentre il 21% riferisce di aver subito una qualche forma di violenza ostetrica. Non solo: il 27% lamenta di non ricevere sufficienti informazioni per avviare l'allattamento in maniera adeguata.

Sono questi alcuni dei dati che emergono da un sondaggio sul...

Stampa

Via l'aborto dal codice penale: il dibattito che infiamma il Belgio...

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

image

Praticare un aborto e finire in tribunale. È uno scenario improbabile ma che potenzialmente si potrebbe palesare per le donne belghe come Chloe Brookfield. Dopo aver avuto il suo primo bambino, questa insegnante di inglese ha deciso di interrompere una seconda gravidanza a causa di problemi finanziari.

In Belgio l'aborto è consentito entro le 12...

Stampa

Beirut: proteste post voto e denunce di brogli

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

image

Presunti brogli, con il collaterali proteste e annunci di ricorsi. Li denuncia la candidata indipendente Joumana Haddad, giornalista e scrittrice, una delle donne arabe più influenti al mondo, rimasta fuori dal parlamento libanese all'indomani delle elezioni politiche.

Con i suoi sostenitori ha manifestato davanti al ministero degli interni di...