Stampa

Le femministe georgiane contro la “prova di verginità”

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

Alcune manifestanti si sono raccolte a Tiblisi di fronte a un istituto che generalmente si occupa di controlli qualità. Secondo le donne che protestavano qui si compirebbero anche test di verginità, una tradizione, pare, legata alla società patriarcale georgiana.

Dice una portavoce del movimento: “Capisco che la Georgia sia una società patriarcale...

Stampa

Il Marocco e l’istruzione scolastica

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

Il Marocco ha ancora molti problemi legati all’istruzione. Tra questi: l’alto tasso di analfabetismo, la scarsa frequenza scolastica femminile e le barriere linguistiche. Questa puntata di Learning World è dedicata alla situazione del Paese nordafricano.

Le sfide dell’istruzione universitaria

Nel luglio 2012 gli studenti universitari hanno dato...

Stampa

Irlanda, si del parlamento ad aborto ma solo se madre rischia

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

Il parlamento irlandese dice si per la prima volta alla possibilità di abortire ma solo nel caso in cui la vita della madre sia in pericolo.

Il testo approvato con 127 voti a favore e 31 contrari rompe un muro che finora ha impedito la legalizzazione dell’interruzione di gravidanza.

Il voto parlamentare ha scatenato le opposte proteste dei gruppi...

Stampa

Irlanda: aborto, continua il dibattito in parlamento dopo maratona notturna

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

Una lunga maratona notturna al parlamento irlandese, mentre manifestavano sostenitori e oppositori della legge sull’aborto. Il parlamento non è giunto a una decisione e la seduta è stata aggiornata ad oggi e forse stasera la proposta potrebbe essere adottata.

Il primo ministro Enda Kenny deve far fronte a un gruppo interno al partito conservatore...

Stampa

Francia: status di rifugiata per la leader del delle “Femen”

Scritto da Euronews. Postato in Euronews

La Francia concede lo status di rifugiata a una delle leader del gruppo femminista Femen. L’ucraina Inna Shevchenko aveva presentato domanda nel febbraio scorso. Per ora l’ufficio francese per la protezione dei rifugiati non conferma nè smentisce la notizia, precisando che si tratta di procedure ‘‘confidenziali’‘.

E’ richiesto JavaScript per vedere...