Stampa

"Dal secondo turno in Polonia dipenderà la futura mappa dell'Ue"

Scritto da Google News. Postato in Diritti delle donne

Roma. Il “cambiamento” ci è entrato in testa da ultimo come parola d’ordine delle campagne elettorali dei nazionalisti, degli euroscettici che avanzavano ogni proposta “nel nome del cambiamento”. Anche in Polonia è stato così, lo slogan del PiS era “Dobra zmiana”, “buon cambiamento” e adesso che dopo il risultato delle elezioni presidenziali di domenica la parola è passata dalla parte del candidato liberale Rafal Trzaskowski, sembra così strano associarla a un percorso positivo per la Polonia.   Michal Rusinek è...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Fonte (click per aprire)

Aggiungi commento

I commenti sono soggetti a moderazione prima di essere pubblicati; è altrimenti possibile avere la pubblicazione immediata dei propri commenti registrandosi ed effettuando il login.


Codice di sicurezza
Aggiorna