Stampa

Il ministro per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti da InPasti per salutare il candidato Alberto Veronesi

Scritto da Google News. Postato in Pari Opportunità

imageimageimageimage

"Serve una visione riformista della città e concretezza, non populismo e demagogia". Così ha esordito il ministro per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti che, giunta da La Spezia è arrivata a Lucca per sostenere il candidato sindaco Alberto Veronesi.

La lista "Lucca sul serio", appoggiata da Azione, +Europa e Italia Viva, punta si sul rilancio della cultura ma in maniera particolare sulle politiche della famiglia dato che l'Italia è il paese in cui si fanno sempre meno figli rispetto ad altri paesi nel resto d'Europa.

L'idea di Veronesi, come egli stesso ha affermato, è quella di venire incontro alle coppie giovani e in difficoltà. Qual è dunque la soluzione? Dare 500 alloggi a tutti coloro che hanno bambini di età compresa tra zero e cinque anni ma anche a persone anziane e a giovani donne . L'obiettivo è quello di distribuire 1000 euro al mese alle coppie utilizzando i fondi del sociale del comune di Lucca.

"Sono misure forti e decise per  ripopolare il centro storico per aiutare chi è stato lasciato solo dall'amministrazione - ha sottolineato Veronesi dopo l'intervento del ministro Bonetti -."

Tra i presenti che hanno accolto il ministro Bonetti, il coordinatore di Italia Viva, Alberto Baccini, che ha commentato il quadro politico facendo una distinzione tra chi fa demagogia e populismo e chi, più nel concreto,si prepara per fare politica in modo diverso. Secondo l'ex sindaco di Porcari il concetto di famiglia è stato oggetto di strumentalizzazione da parte del mondo della politica ma Elena Bonetti ha saputo portare avanti un buon lavoro.

Azione - il partito fondato da Carlo Calenda -  e il suo segretario provinciale Giordano Ballini  sostengono che Veronesi possiede le giuste caratteristiche per governare la città mentre Lia Baldacci della direzione nazionale di Azione afferma che la città ha vissuto dieci anni di immobilismo e che è giunto il momento di ' rialzare la testa' grazie a una squadra giovane e competente fatta di persone 'dal valore aggiunto'.

Per concludere Veronesi ha detto che egli è il primo candidato a sindaco che proviene dal mondo culturale e che tutti i partiti centristi sono uniti. 

Fonte (click per aprire)

Aggiungi commento

I commenti sono soggetti a moderazione prima di essere pubblicati; è altrimenti possibile avere la pubblicazione immediata dei propri commenti registrandosi ed effettuando il login.


Codice di sicurezza
Aggiorna