Stampa

Corecom, nominati i nuovi componenti: una donna per la carica di presidente

Scritto da Google News. Postato in Pari Opportunità

Sono stati nominati i sei componenti del Corecom Sardegna (Comitato Regionale per le Comunicazioni della Regione Autonoma della Sardegna) che sostituiranno il precedente comitato, scaduto prima dell’estate. Dalle 34 candidature arrivate negli uffici del Consiglio regionale e giudicate ammissibili sono stati scelti: Alessandro Balzani, Graziano Cesaraccio, Maria Stella Locci, Sergio Nuvoli Luisa Anna Ronchi. La Ronchi è stata anche nominata dal presidente del Consiglio regionale Michele Pais, alla guida dell’organismo che si occupa di telecomunicazioni nell’Isola ed è anche braccio operativo dell’Autorità garante delle comunicazioni (Agcom). I sei nuovi componenti, la cui lista è nel decreto di nomina pubblicato oggi sul sito del Consiglio regionale, sono stati scelti per la loro “documentata competenza ed esperienza nel settore delle comunicazioni, nei suoi aspetti culturali, giuridici, economici e tecnologici” tra coloro che “assicurano garanzia di assoluta indipendenza, sia dal sistema politico e istituzionale, sia dal sistema degli interessi di settore delle comunicazioni”, come da requisiti del bando. I nuovi membri, selezionati secondo il regolamento anche nel rispetto del principio di pari opportunità tra uomini e donne, devono rappresentare entrambi i generi in misura non inferiore a un terzo e sostituiscono Mario Cabasino, Roberto Casini, Margherita Soriga, Claudia Onnis e Massimo Angelo Sechi, nominati nel 2014 sotto la presidenza di Gianfranco Ganau.

Il Corecom, istituito con la legge regionale numero 11 del 2008, è organo di consulenza, supporto, garanzia e gestione della Regione Sardegna per quanto attiene l’intero sistema delle comunicazioni, allo stesso tempo svolge per l’Authority nazionale diverse funzioni delegate, tra le quali la conciliazione tra utenti ed enti gestori telefonici, la tutela dei minori nel settore radiotelevisivo, la vigilanza sulla diffusione dei sondaggi e l’esercizio del diritto di rettifica. Il Corecom esercita anche funzioni che fanno capo al ministero dello Sviluppo Economico, in particolare predisponendo la graduatoria per l’attribuzione dei contributi all’emittenza televisiva locale, mentre per conto dell’Agcom vigila sull’applicazione della par condicio, le norme a tutela della comunicazione politica e parità di accesso ai mezzi di informazione radiotelevisiva locale nel periodo elettorale e ordinari, inoltre riceve le domande per l’accesso radiofonico e televisivo e formula le relative graduatorie. (mar.pi.)

Fonte (click per aprire)

Aggiungi commento

I commenti sono soggetti a moderazione prima di essere pubblicati; è altrimenti possibile avere la pubblicazione immediata dei propri commenti registrandosi ed effettuando il login.


Codice di sicurezza
Aggiorna