Stampa

Rifiuti: La Protesta dell'Onerpo di Pordenone

LA PROTESTA
Rifiuti e "Napo": «Contenitori pesanti e maleodoranti»

27 novembre 2008

«Troppo pesanti e maleodoranti: i Napo sono uno svantaggio». Sul residuo secco dei rifiuti cestinato nei contenitori Napo, aumenta il fattore disagio in città. «Migliaia di Napo gialli sono un problema da gestire, nella raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta»: è l'sos raccolto dai referenti Francesca Costa e Luca Vittorini allo sportello di Pordenone dell'Onerpo (Osservatorio nazionale europeo per le pari opportunità). «Tanti pordenonesi si lamentano - ha segnalato la Costa, responsabile regionale e docente nel liceo Leopardi-Majorana -. C'è il disagio di tenere i bidoni in casa: devono essere svuotati quando sono pieni e l'odore diventa insopportabile tra le pareti domestiche per chi non ha un terrazzino. Ogni Napo ha una capienza di 75 litri e, pieno, diventa troppo pesante per il trasporto in strada». Problemi reali, per gli anziani e diversamente abili. «Impossibile da gestire per disabili e invalidi o anziani che vivono soli - ha proseguito la Costa -. Nei piccoli condomini senza ascensore, il trasporto del Napo può diventare una lotta per la sopravvivenza». Il caso è quello, per esempio, di una signora, sola e ai piani alti di un condominio degli anni Sessanta. «Sono al sesto piano e vedova - ha riferito la donna, che ha chiesto aiuto all'Onerpo -. Trasportare in strada il Napo è un'impresa e anche il suo lavaggio non è facile. Il terrazzino mi salva dalla puzza: insopportabile». In caso di pioggia, il trasporto casa-strada per posizionare il Napo nel punto della raccolta, è una scommessa. «Nella zona del quartiere Villanova aumentano le proteste - ha la mappa dell'insofferenza, la Costa -. Hanno proposto di mettere le ruote ai bidoni, ma senza ottenere ascolto. L'Onerpo vuole dare voce a questo disservizio, per risolverlo». Nota allegata, è il fattore dei sacchetti biodegradabili per l'immondizia di casa. «Se ne consiglia l'uso - rincara la dose l'Onerpo - e non si sa bene dove comprarli. I bio-sacchetti, inoltre, si disintegrano spesso prima dell'utilizzo: come fare?».

http://partitodemocratico.gruppi.ilcannocchiale.it/?t=post&pid=2104963