Stampa

ONERPO IN AIUTO DEI CITTADINI

- EMILIA: DUE SENTENZE FAVOREVOLI AI CONTRIBUENTI (R. Beccari)

- FRIULI: ONERPO IN AIUTO DEI CITTADINI (F. Costa, L.Vittorini)


 

UNA VITTORIA CHE DA RAGIONE AI CONTRIBUENTI

La coordinatrice Onerpo dell'Emilia Romagna ci invia le sentenze che a seguito di ricorso contro Equitalia e Agenzia delle Entrate hanno permesso di portare a casa una splendida vittoria per il contribuente, soprattutto in considerazione degli strumenti troppo aggressivi che le suddette amministrazioni stanno usando su tutta Italia ai danni delle famiglie italiane già penalizzate dalla situazione economica molto critica attuale.
Nella pubblicazione si utilizza il nome del contribuente con le sole iniziali nel rispetto delle norme sulla privacy.

Studio Professionale Beccari rag. Rosanna
Via Gramsci n. 9/a
42011 BAGNOLO IN PIANO RE
Tel. 0522-953157 fax 0522-952096
Albo Ragionieri RE n. 299
Albo Revisori Contabili n. 75078
Ordine Dott.Comm.Esp.Contabili RE n. 400A

*Sentenza favorevole contro Equitalia

sentenza_equitalia_-_rag

sentenza_equitalia_pagina_2

sentenza_equitalia_pagina_3

* Sentenza favorevole CTP RE

1sentenza_favorevole_al_ricorrente_ag._entrate_r.e.-_rag._copy

2sentenza_favorevole_al_contribuente_r.e._copy

3sentenza_favorevole_al_contribuente__r.e

 


"AGEVOLARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA CON SISTEMI SEMPLICI"


La coordinatrice Onerpo Del Friuli ha affrontato in un intervista sul Messaggero Veneto il
Problema dell'Organizzazione della raccolta differenziata dei rifiuti, poiché così come sono organizzati arrecano eccessivo disagio ai cittadini che pur con buona volontà e impegno intendono adempiere e favorire la raccolta differenziata.
Spesso per veri e propri ostacoli architettonici oltre che impedimenti fisici a sollevare bidoni troppo pesanti causano pesanti problemi alla conduzione quotidiana dell'esistenza.
Un elevato numero di cittadini si è rivolto agli sportelli Onerpo.
Gli sos raccolti da Francesca Costa e Luca Vittorini presso l'Onerpo di Pordenone fanno anche rilevare che il disservizio deriva dal fatto che non si sa dove acquistare i sacchetti biodegradabili così come è descritto nell'articolo del Messaggero Veneto di giovedì 27 novembre.

onerpo_messaggeroveneto